E’ da oggi disponibile “Racconti presi nella rete” antologia di racconti di autori vari



Con “Racconti presi nella rete”, Copylefteratura dà il via ad una serie di antologie di autori che in qualche momento della loro vita sono esistiti in rete e hanno voluto condividere liberamente un loro racconto. Constatare come le nostre parole possano sopravviverci, possiede sempre un certo fascino, basti pensare al caso di “La commedia delle parti”, racconto che mi era piaciuto ed avevo archiviato secoli fa, ma di cui non sono riuscito a recuperare il nome dell’autore.
Non c’è una logica particolare nell’assemblaggio della raccolta, se non quella di offrire ai lettori ottimi racconti senza limitazioni di genere, senza vincoli di lunghezza e senza preferenze di stile. Insomma, una raccolta talmente senza, che l’autore del racconto di Andreina (Maurizio Coppi) ha scelto Senza come nome d’arte. Una raccolta talmente fuori dal tempo da spaziare dall’epoca contemporanea all’antica Grecia di Zenone (Carlo Sperduti), al far west di John Stern (Roberta Bosco) e alla prima guerra mondiale di Onore e Perseveranza (Saltpepper Nonnovaldo); non c’è da stupirsi, pertanto, se i brani finiscono per apparire ubiqui nel tempo e nello spasmo (Marco Montanaro). Scoprirete come stanno esattamente le cose (Gruppo Bukowski – Sidney L., M. Tafuto, Miaghi, F. Pellegrino, Sally e malos), ma anche come fare faville in un sito letterario (Antonio Bugannanna). Potrete smarrire il titolo del racconto (Sikrosio), smarrire la ragione (Doremì Triana), oppure smarrirvi nelle periferie di Nughes (Bobboti) o anche fare una gita al cinema porno di piazza Garibaldi (Khawass). Potrete ascoltare una registrazione sbobinata in diretta (Undulant) o la musica dello Spring Quartet (Rossella Valentino). E tu, sì, anche tu, dico a te: se ti va di leggere (frh 451 Angelo Celli) potrai conoscere Stefi (marimari Maria Maddalena Signori), Essa la poetessa (Buco Nellacqua), un’attrice nata (Baccarat Cesarina Bo), nonché la donna dal cappello piumato (Nicola Leonzio). Le pagine potranno apparirti a volte leggere, altre pesanti (Baricco Sfondato), ma tutte ti apriranno nuovi stupefacenti orizzonti da mille e una notte (Maurizio Manzo). Potrai stupirti di come, a volte, le scarpe sappiano portarti dove vogliono loro, che tu le calzi (Kow@) o meno (Giona Peduzzi), e di come bastino piccoli dettagli quali un capo di vestiario (Uomo Pallido) o un cromosoma Y (Ghigo) per cambiare tutta una vita. Non fosse ancora sufficiente, potrai sederti al tavolo numero 30 (Bruno Bortot), guardarti intorno e constatare che la natura dell’essere umano è profondamente animale (Patricia Panebianco) o che se si è stanchi di questa vita (Sabrina Campolongo) se ne può sempre sognarne un’altra, magari ad alto tenore erotico (maiko dirtyinbirdland Nerina Garofano). Comunque per i problemi di cuore, c’è sempre la digitalis purpurea (Laura Costabruna) o la possibilità soffermarsi per un attimo a guardare la Luna prima di rimettersi in marcia verso la bocca di un inferno qualunque (Ettore Bilbo).
Borges, Bradbury, Carver, Rodari, Baricco, Calvino, Bukowski, De Lillo, Pennac, Buzzati, Gogol, Roth, Pirandello, o chi per loro, non avrebbero saputo fare di meglio…

Se ti piace l’idea di leggerlo, puoi trovarlo in Biblioteca

3 Responses to E’ da oggi disponibile “Racconti presi nella rete” raccolta di autori vari

  1. maddy scrive:

    Ringrazio tutti quelli che lavorano a questa iniziativa, che trovo veramente bella e utile. La lettura diventa disponibile e libera finalmente.

  2. Bruno scrive:

    Bella idea, bel progetto. Grazie

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.